🥇Migliori Piastre per Capelli

Il detto lo conosciamo tutti. Chi li ha ricci li vuole lisci, chi li ha lisci li vuole ricci. Quante di noi hanno una cascata di boccoli e preferirebbero una distesa di seta in stile Rapunzel? Quante di noi sognano i riccioli fitti delle bambine degli spot del lievito o delle merendine? Dove non arriva la natura, arrivano le piastre per capelli. E Piastrepercapelli.com, punto di riferimento in Italia per la scelta di piastre e ferri, nasce proprio per venire incontro all’esigenza di orientarsi in questa “wonderland” degli ausili tecnologici utili per portare a termine il proprio hairstyle.

La piastra è uno strumento piuttosto semplice da usare, ma guai a confonderle una con l’altra: le piastre non sono tutte uguali, ma si diversificano per costi, materiali, performance, design. Piastrepercapelli.com è una guida utile, calibrata sull’utente, per destreggiarsi all’interno di questo labirinto di ceramiche, lamelle e temperature e fornire a ognuno tutti gli strumenti per pescare, all’interno di una vasta offerta commerciale, la cosiddetta “piastra giusta”.

Come? Offrendo informazioni sulle varie tipologie, confrontando prezzi, caratteristiche, prestazioni tecnologiche, salvaguardia della struttura capillare, dimensioni, peso e così via. In modo che chi vuole i capelli lisci troverà lo strumento adatto a tutte le proprie esigenze, e chi li preferisce ricci… anche.

C’è chi vuole spendere poco, chi vuole risparmiare tempo e chi mette la salvaguardia del proprio capello sopra qualunque cosa. Ognuno di questi consumatori ha diritto a una spiegazione chiara e competa delle piastre che potrebbe andare ad acquistare.

Introduzione alle piastre per capelli – Tabella caratteristiche:

💷Quanto costano:Da 30 a 499 euro
👌Ideali per fare:Capelli lisci, ricci, mossi, ondulati
🤔Opinioni:Positive – Rate: ⭐⭐⭐⭐⭐
👍Recensioni Amazon:Positive Rate: 4,77/5
🥇Migliori marche:G h d / Dyson / L’Oreal
Tabella con le caratteristiche introduttive delle piastre per capelli da scegliere nel 2021

Migliori Piastre per capelli 2021: 🥇Classifica aggiornata Top Qualità/Prezzo

Foto PiastraNome PiastraOffertaVotoFascia prezzo
Dyson Corrale🥇Miglior Prezzo10/10Alta
L’Oreal Professionnel SteamPod 3.0🥇Miglior Prezzo9,8/10Alta
GHD Gold🥇Miglior Prezzo9,5/10Medio/Alta
BaByliss RoseGold🥇Miglior Prezzo8,2/10Medio/Bassa
Severin Piastra in ceramica viola🥇Miglior Prezzo7,3/10Bassa
🥇TOP 5 della classifica migliori piastre per capelli suddivise in base alla fascia di prezzo – Testate, recensite e valutate da Piastrepercapelli.com

Quali sono le piastre migliori? Quali le più performanti, quali le meno dannose per la salute del capello? Nell’utilizzare una piastra ci sono tanti fattori da considerare e Piastrepercapelli.com si propone di mappare l’offerta di piastre dando chiari consigli al consumatore.

Le migliori 11 piastre capelli per qualità/prezzo [CLASSIFICA 2021]:

Importante: questa classifica è costantemente aggiornata e le nostre recensioni vengono revisionate di continuo per fornire a tutti le nostre lettrici informazioni sicure, affidabili per scegliere subito la piastra perfetta!

  1. Dyson Corrale
  2. GHD Gold
  3. BaByliss RoseGold
  4. Braun Satin Hair 7
  5. L’Oréal Professionnel Steampod
  6. Bellissima Intellisense B24 100
  7. Philips EssentialCare in Ceramica con Cheratina
  8. Remington PROluxe S9100
  9. Rowenta Ultimate Experience SF8210
  10. Corioliss C1 Infrared
  11. Severin Piastra in ceramica viola

D’altronde si sa:

Per capelli perfetti, ci vuole la piastra perfetta!

Alice Grisa di Piastrepercapelli.com

Comprare una piastra a volte può essere un capriccio, ma più spesso un investimento. È giusto quindi spendere i propri soldi in un prodotto che sia super performante, comodo, che non si guasti spesso. Per questo le informazioni sottoriportate nella tabella hanno lo scopo di dare linee guida attendibili e affidabili, sulla base di parametri oggettivi che possono rendere una o un’altra piastra più o meno adatta a un consumatore.

Il calcolo avviene sulla base di parametri oggettivi – dai materiali alla potenza – e le informazioni contenute nella tabella sono continuamente aggiornate, controllate e verificate per offrire uno specchietto user-friendly che ricapitola a colpo d’occhio, graficamente, quali sono gli strumenti migliori da eleggere come “best friend” nella cura dei propri capelli e nello styling.

Come scegliere la miglior piastra per capelli [più buona!]

L’offerta delle piastre è sempre più ampia. Una marea di strumenti, ferri, lamelle, rivestimenti, persino packaging e custodie che solleticano l’occhio oltre che l’affidabilità delle performance. Il team di professionisti che lavora per Piastrepercapelli.com lavora incessantemente per documentarsi, leggere, scoprire, analizzare, scovare, comparare informazioni per fornirvi la chiave migliore per trovare la piastra dei sogni.

Scegliere può rivelarsi difficile ma non nel momento in cui si hanno sotto gli occhi tutti i parametri necessari da incrociare con i propri desideri. Per questo dichiaratamente sveliamo quali sono queste variabili essenziali che fanno determinare la cosiddetta “classifica delle piastre”, una serie di qualità che uno strumento (professionale o non) deve soddisfare per lisciare, o arricciare, in modo sicuro e perfetto i capelli, per un risultato come nel salone di bellezza (e con meno conseguenze dannose possibili per i propri capelli).

Tecnologia piastra per capelli

La cheratina, che è la proteina di cui sono formati i capelli, è costituita da catene di aminoacidi ricchi di zolfo. Per questo si parla di “ponti bisolfuri”, la cui forma è determinata geneticamente, che legano i capelli e ne determinano la struttura e la consistenza: se si ritorcono, arricciano o piegano su se stessi, danno origine appunto ai capelli mossi o ricci, a seconda del grado di “incurvatura”. Le piastre con il calore agiscono su questi ponti, plasmandoli per ottenere lo styling desiderato.

Gli obiettivi a cui puntano le tecnologie che governano il funzionamento delle piastre sono tanti ma possiamo ridurli a due macro:

  • performance eccellenti;
  • minimo danno per i capelli.

In altre parole, una buona tecnologia semplifica la vita durante lo styling ma in aggiunta migliora la salute dei capelli a breve, medio e lungo termine. La piastra si basa sul calore, proprio come il ferro da stiro, e – proprio come avviene con i tessuti delicati, ad esempio la seta – un’alta temperatura può rovinare la struttura, o addirittura bruciarla. Lo stesso vale per i capelli.

Le piastre generalmente funzionano attraverso la corrente elettrica (o la batteria). L’energia elettrica viene convertita in calore, un calore che può essere regolabile (ma non in tutti i modelli) e viene trasmesso ai capelli tramite le lamelle che “stringono le ciocche” al loro interno e le “costringono” a lisciarsi, proprio come avviene quando si stira un capo. Le piastre migliori permettono di regolare la temperatura, in modo tale che chi ha capelli più robusti (o più difficilmente lisciabili) sa che può alzarla e chi invece soffre di chioma sfibrata ha la possibilità di abbassare i gradi Fahrenheit.

Il mercato delle piastre si sta evolvendo con tecnologie sempre più sofisticate, che regolano il passaggio del calore dalla piastra al capello senza aggredirlo e rischiare di bruciarlo. Ad esempio, la tecnologia a infrarossi dosa il calore e fa riscaldare il capello dall’interno all’esterno, evitando i danni.

Le tecnologie poi s’incrociano con i diversi materiali. Ad esempio:

  • le piastre in ceramica hanno una tecnologia speciale che limita i capelli spezzati dal calore, grazie alle lastre di ioni di cristallo di tormalina;
  • le piastre in ceramica rivestita da tormalina emettono ioni negativi, chiudono le cuticole e sigillano io capelli contro l’umidità. La tormalina permette anche di diffondere il calore in modo uniforme, evitando che ci siano singoli punti bruciati. Gli ioni vengono attivati ed “emessi” con lo scorrere della piastra sui capelli grazie a una fila di microfori che vengono in contatto con la parte di acqua nei capelli lasciandoli idratati e contrastando l’effetto elettrico;
  • Oppure il titanio è più leggero (e rende la piastra meno pesante da reggere), trasferisce il calore più rapidamente e combatte l’effetto crespo;
  • la nanotecnologia invece si abbina a diversi materiali e consiste in un sistema che preleva l’umidità dall’aria e la infonde ai capelli insieme al calore in particelle.

Materiali piastra per capelli

Anche i materiali di cui sono composte le piastre sono un elemento molto importante per capire qual è quella che fa al caso proprio. Non tutte le piastre sono uguali, anche se lo sembrano. Il materiale è ciò che viene fisicamente in contatto con i capelli e quindi va scelto con attenzione, in base alle caratteristiche della propria chioma

Ceramica (o rivestito in ceramica)

La ceramica è un buon materiale per chi cerca una piastra performante senza spendere troppo. Non è un materiale che si usa da tantissimo tempo ma ha rappresentato la svolta tra le vecchie piastre in metallo, che spesso bruciavano i capelli, e quelle di nuova generazione. La ceramica rende liscio e veloce il movimento sulle ciocche ed è un materiale che permette la distribuzione uniforme del calore, senza che si accumuli tutto in un punto (per bruciare irreversibilmente la ciocca).

Attenzione però: non tutte le piastre dichiarate “in ceramica” sono davvero in ceramica. Alcune, molto economiche, sono rivestite in ceramica e alcune di queste hanno comunque un risultato quasi come se lo fossero completamente realizzate in questo materiale. Altre invece si scaldano “a zone” e quando si alza troppo la temperatura sono pericolose per il capello.

Ricapitolando, ecco i punti di forza di una piastra in ceramica:

  • sono relativamente economiche;
  • sono resistenti e durevoli;
  • risultano facili da usare;
  • distribuiscono uniformemente il calore;
  • scorrono facilmente sul capello.

Teflon

Un materiale molto economico, che può essere utile per emergenze o momenti particolari. Si tratta di un polimero sintetico, un’evoluzione del meno comodo e flessibile acciaio, ma non adatto a proteggere i capelli e lisciarli adeguatamente. Il rivestimento si scheggia quando si utilizzano gli spray protettivi da usare prima della piastra. È un po’ come il materiale che riveste le padelle da cucina, che rischia di graffiarsi e in quel caso rende necessaria la sostituzione.

I vantaggi di queste piastre sono pochi:

  • Economiche;
  • Leggere e maneggevoli;
  • Adatte a styling occasionali.

Titanio

Il titanio è un materiale che raggiunge altissime temperature, è robusto e allo stesso tempo leggerissimo e combina tanti vantaggi. È più resistente della ceramica, regge anche agli urti e alle cadute, e ha performance strabilianti con i capelli crespi, perché li liscia perfettamente. I costi di queste piastre però sono piuttosto elevati e la protezione della chioma non è sempre garantita.

Alcune piastre di ultima generazione inseriscono delle “pellicole protettive invisibili” che tutelano il capello dalle alte fonti di calore. Il titanio è il materiale adatto a chi ha una chioma robusta e voluminosa che trova difficoltoso lisciare, ma (a meno che sia dotata di una dichiarata tecnologia protettiva) molto meno a chi ha capelli fragili, fini, che si spezzano. In questi casi è meglio scegliere altri materiali e temperature inferiori. Meglio capelli più mossi che danneggiati.

In pratica, chi compra una piastra di titanio troverà questi vantaggi:

  • Sono leggerissime;
  • Stirano anche i capelli più indomabili;
  • Sono molto resistenti;
  • Ottime nella creazione di acconciature particolari.

Tormalina

Un materiale di ultima generazione, super innovativo e moderno, per stirare i capelli senza danneggiarli. La tormalina è un minerale che viene ridotto in polvere e di cui vengono ricoperte le classiche lamelle di ceramiche. Con la tormalina i capelli possono lisciarsi con temperature più basse e quindi senza cuocere il capello. Unita alla tecnologia nano, presenta una miriade di particelle che dosano e regolano il calore impedendo alla piastra di bruciare la chioma.  La tormalina rilascia ioni negativi al contatto con il calore e quindi combatte l’effetto crespo e per questo viene utilizzata sia in ambito professionale che privato. Ovviamente costa più delle semplici piastre in ceramica ed è anche più delicata, per cui la manutenzione deve essere impeccabile.

I vantaggi sono molteplici (mentre lo svantaggio è il costo elevato):

  • Rispetta il capello;
  • Stira a temperature inferiori;
  • Aiuta a chiudere le squame;
  • Grazie agli ioni negativi debella il crespo senza far rovinare il capello dalla temperatura.

Prezzo e rapporto qualità/prezzo

Purtroppo con le piastre non si può puntare a risparmiare troppo, se si vogliono salvaguardare i propri capelli. Una piastra rivestita in tormalina è più sicura ed efficace che una comune piastra in ceramica o di una piastra in silicone o teflon. Fatta questa premessa, è ovvio che ognuno può calibrare il proprio desiderio e preventivo di spesa sulla base delle esigenze. Chi ha bisogno di una piastra per acconciare i capelli una volta ogni tanto (o, chissà, usarla per le bambole) può permettersi di risparmiare. Chi invece la utilizza ogni giorno sui propri capelli, magari fragili, magari trattati, deve trovare quella giusta che performi e salvaguardi la salute della chioma.

Detto questo, trovare un buon rapporto qualità/prezzo è sempre possibile, a seconda delle preferenze. Non esiste la piastra migliore in assoluto, ma quella adatta a ognuno, che corrisponde a una certa spesa da pianificare e mettere in relazione ai desiderata e al tipo di capelli che si vuole realizzare con la sua messa in funzione.

Ovviamente i prezzi delle piastre variano molto a seconda dei materiali. Una piastra in teflon costerà meno di una piastra in ceramica e nettamente meno di una piastra rivestita in tormalina. Ma garantirà delle performance notevolmente diverse. Andiamo a scoprire le tre fasce di prezzo che designano tre gruppi di piastre, tra cui orientarsi a seconda dei propri obiettivi.

  • Fascia bassa: 20-60 euro

La fascia più bassa di prezzo delle piastre per capelli va da 20-30 euro a circa 55-60 euro. Queste piastre sono anche comode, funzionali e maneggevoli ma tendono ad avere poche funzioni (o lisciare o arricchiare), hanno lamelle molto semplici e sono realizzate con materiali meno costosi, che possono avere anche buoni risultati in termini di styling ma rischiano di bruciare i capelli. Non sono dotate di strumenti per regolare il calore, di display per monitorare funzioni e temperatura e neanche di tecnologie particolari per contrastare il crespo senza danneggiare la struttura capillare. Queste piastre sono adatte a chi le usa solo occasionalmente e ha capelli robusti e resistenti. Tra queste rientrano anche quelle mini, da portare in viaggio, comode da mettere anche in un piccolo trolley.

  • Fascia media: 60-150 euro

Una piastra media costa dai 60 euro in su, fino ad arrivare ai 150 euro. Si tratta di un range ampio, che comprende tante piastre con più funzioni, materiali come la ceramica (o anche il rivestimento in tormalina), calore eventualmente regolabile, eventuale display e anche design più studiati, particolari e accattivanti. Queste piastre tutelano anche la salute del capello e a volte contengono accessori aggiuntivi. All’interno di questo gruppo si possono trovare tante ottime piastre, adatte per capelli normali o anche fini.

  • Fascia alta: da 150-200 euro in su

Le piastre di fascia alta sono dispositivi luxury, studiati con materiali, design e tecnologie sofisticate per trasformare il capello (o provarci, almeno) in un filo morbido e liscio di seta. Si tratta di piastre in materiali come la ceramica, la tormalina o il titanio, che si rivelano super efficienti senza friggere il capello. Ma non solo: includono tante funzioni aggiuntive, dall’autospegnimento alla “modalità aereo”, di solito presentano un display orientativo e possono comprendere anche accessori come la custodia, strumenti per raccogliere le ciocche come fermagli e forcine, ma anche spazzole o pettinini. Le tecnologie sono la cosa più interessante di queste piastre, che possono sfruttare gli ioni negativi per contrastare la tendenza del capello a incresparsi oppure la combo di tormalina + cheratina o olio di argan per nutrire i capelli mentre si acconciano.

Dimensioni, peso e design

Le dimensioni contano, almeno nel caso delle piastre. La grandezza di una piastra non incide solo sul peso, sulla maneggevolezza e la comodità (occorre anche un posto per riporle!) ma anche sulle sue funzioni. Ad esempio, i modelli più piccoli puntano più sul lavoro micro, sul dettaglio, ma hanno meno performance nel lisciare. Le piastre più grandi e dalle lamelle estese e piatte invece sono più idonee per lisciare capelli grossi, ribelli e crespi.

Piastre piccole

Le piastre più piccole sono comode da portare in viaggio, lisciano (ma più difficoltosamente rispetto a quelle grandi) e sono la soluzione ideale per i momenti d’emergenza, per una serata, per un weekend fuori casa. Alcune si possono riporre in borsetta. La lamella stretta si rivela anche un’ottima styler per creare onde, ricci o effetti particolari, cesellando i dettagli. Una piastra piccola o mini pesa circa 250-300 grammi.

Piastre medie

In questa categoria rientra la maggior parte delle piastre, che pesano tra i 300 e i 500 grammi e accorpano la più ampia gamma di funzionalità: molte arricciano e lisciano i capelli, hanno lamelle di una dimensione standard, adatte per capelli mediamente ricci, crespi o mossi e non lunghissimi. Queste sono le piastre più versatili.

Piastre grandi

Le piastre grandi hanno lamelle della dimensione anche di 5 centimetri e sono specializzate nello stirare i capelli molto densi, crespi e afro. Sono meno versatili delle altre: generalmente si limitano a lisciare e basta, e i il loro peso si aggira sugli 800 grammi. Può optare per queste chi ha capelli difficili da acconciare, crespi e robusti.

Design

Chi ha detto che una buona piastra non possa essere anche una bella piastra? L’occhio vuole sempre la sua parte e i design delle piastre di ultima generazione si avviano verso forme slanciate, moderne, colori eleganti che si sposano con le caratteristiche fondamentali di ergonomia. La piastra è uno strumento estetico e anche la sua forma deve essere armoniosa e invitante: le lamelle slanciate, l’impugnatura stilizzata sono sicuramente punti a favore per l’acquisto, così come i colori lucidi e posh (il nero, il fucsia, il viola, il madreperla). Lo stesso vale per le eventuali custodie.

Recensioni degli esperti

Piastrepercapelli.com tiene molto all’autorevolezza nel campo e sa che i parrucchieri, gli hairstylist e i professionisti che maneggiano tutti i giorni la bellezza sono le persone ideali per un consiglio d’acquisto. C’è chi chiede un parere al proprio parrucchiere ma, in mancanza o in integrazione, può consultare anche qualche sito di esperti che suggeriscono i migliori modelli di piastre per ogni tipo di esigenza. Dove trovare i pareri dei parrucchieri e degli esperti sulle piastre?

Nel mappare, recensire e valutare le piastre, Piastrepercapelli.com utilizza diversi parametri, tra cui anche e sicuramente le opinioni di queste “community certificate” e questi professionisti che scrivono su diversi portali o blog. Alcuni siti e fonti (italiane ma soprattutto internazionali) hanno una maggior affidabilità di altre per recensire un prodotto in modo tale da consigliare e classificare i più performanti e i meno dannosi per i capelli.

Gli esperti hanno una conoscenza professionale sui prodotti e le loro review sono un metodo molto più attendibili per orientarsi sulla piastra giusta, ma soprattutto su quella più adatta per una tipologia di capello o un’altra. Le loro recensioni sono in prima linea per la selezione del prodotto migliore.

Semplicità d’uso

Una piastra non deve solo performare, ma deve essere anche facile da maneggiare, soprattutto se si tratta di persone inesperte. Di solito è un ausilio che acquista chiunque, dal parrucchiere alla persona comune, e quindi è necessario che questi materiali semplici o lussuosi e queste funzionalità basiche o sofisticate riescano a incalanarsi in una certa facilità d’uso.

Per questo prima, nel discorso dedicato al design, si parlava di ergonomia. Una piastra, oltre che bella da vedere, innocua nei confronti dei capelli e in grado di stirare bene i capelli deve essere anche “user-friendly”: deve essere facile dividere i capelli in ciocche e passarli con questo strumento, anche per chi non ha una spiccata manualità come un hairstylist. Ci sono piastre costose e a prova di incapace, e piastre apparentemente semplicissime ma complicate da usare. Chi non ha una buona capacità manuale deve informarsi anche su questo.

Piastrepercapelli.com nei parametri utilizzati per valutare uno strumento o un altro considera anche la scorrevolezza, la semplicità d’utilizzo e l’approccio della “mano qualunque” in termini di tempo e performance. In altre parole, quanto tempo e quanta fatica occorrono per avere una testa liscia e perfetta, una messa in piega come dal parrucchiere? Si tratta di un aspetto rilevante.

Accessori aggiuntivi

Anche gli accessori sono una variabile collaterale ma interessante nel valutare una piastra. Alcune di queste comprendono nel prezzo alcuni accessori, altre li scorporano e li mettono in vendita separatamente. Ovviamente, com’è logico pensare, le piastre più sofisticate e costose è naturale che omaggino di qualcosa come un pettine o una custodia. In genere gli accessori più comuni che si trovano all’interno della scatola della piastra sono:

  • custodia (in materiali come raso, seta, velluto o fibre sintetiche);
  • guanti protettivi (per non scottarsi);
  • spazzole o pettini;
  • spray termoprotettivo;
  • lamelle intercambiabili per le beachwaves, ecc;
  • forcine o fermagli;
  • retine;
  • panni per la pulizia e manutenzione.

Voto e opinioni dei clienti

Lo aveva anticipato Charlie Brooker con Black Mirror, qualche anno fa: le stelline sono il nuovo cuore del commercio (e dell’e-commerce) moderno. Piastrepercapelli.com, nel valutare gli strumenti proposti, non si limita ad annotare le caratteristiche oggettive elencate o l’opinione preziosissima degli esperti ma scende fino alla pancia del paese, del bacino di consumatori che quella piastra l’hanno scelta, acquistata, testata, provata. Persone con capelli sottili, capelli robusti, capelli ricci e crespi o fini e sfibrati, che raccontano la loro testimonianza.

Queste review sono importanti ma solo con un attento lavoro di analisi, di incrocio tra pareri, tra opinioni e caratteristiche, in cui si cerca di far risaltare da più recensioni alcune linee guida importanti da considerare per ponderare bene il proprio acquisto.

Durevolezza

Troppo spesso questo parametro viene bypassato o ignorato quando si elencano i parametri importanti per valutare una piastra. E invece anche la durevolezza, ovvero il ciclo di vita media di una piastra, è assolutamente fondamentale. Una piastra deve sicuramente performare bene, non rovinare i capelli ed essere facile da usare, ma deve anche durare nel tempo. Al netto delle varie garanzie, che promettono la riparazione del piccolo elettrodomestico entro x mesi o anni dall’acquisto, la struttura deve essere robusta e resistente e non deve rompersi o usurarsi troppo in fretta, anche perché è giusto programmare la sostituzione entro un lasso di tempo che sia accettabile.

Quali sono gli elementi che tendono all’usura?

  • le lamelle: se sono in teflon rischiano di rovinarsi e scheggiarsi. Se queste piastre sfiorano lo spray protettivo si rovinano, deteriorandosi utilizzo per utilizzo;
  • l’impugnatura e la scocca esterna: il dispositivo potrebbe graffiarsi o rovinarsi non in modo da compromettere le prestazioni ma comunque rendendo la piastra meno bella di quando era stata appena comprata;
  • il filo: la maggior parte delle piastre funzionano a corrente e il filo che le attacca alla presa può essere in vari materiali e con vari rivestimenti, ma non deve indebolirsi o perdere la parte esterna, o rischierebbe di rendere inutilizzabile l’apparecchio;
  • i tasti: nelle piastre con display i tasti potrebbero perdere il loro colore (come avviene nelle tastiere).

A questo bisogna sommare anche un calo di rendimento fisiologico dopo un certo intervallo. Non ha senso parlare di “data di scadenza” perché molto dipende dal modo in cui viene tenuta la piastra e dalla manutenzione a cui è sottoposta (pulizia, corretta modalità di riposizione, ecc), ma generalmente dopo qualche anno la piastra si indebolisce, i materiali cominciano a deteriorarsi e si può notare un calo di prestazioni. A volte anche alcuni prodotti utilizzati per mettere a punto lo styling possono rovinare l’oggetto. I segnali di deterioramento più comuni sono:

  • le lamelle che cambiano colore;
  • la lentezza nel raggiungere la temperatura desiderata;
  • la minor scorrevolezza sui capelli;
  • i graffi sulle lamelle, che potrebbero anche essere nocivi per i capelli.

La resistenza agli urti, ai graffi, ai prodotti utilizzati per la propria chioma rappresentano un punto a favore per preferire una piastra a un’altra.

Funzionalità aggiuntive

Alcune piastre offrono anche un plus, funzionalità aggiuntive che vanno a sommarsi a tutto il discorso precedente. Possono essere diversi aspetti, come:

  • l’autospegnimento: un cordone di sicurezza per evitare conseguenze pericolose;
  • il blocco automatico;
  • la funzione di arricciamento: alcune piastre lisciano e arricciano, altre contengono accessori particolari per ottenere diversi ricci.

Dove comprare piastre e ferri per capelli?

Ci sono tanti posti in cui si possono acquistare le piastre per capelli. Si tratta di un piccolo elettrodomestico di uso comune, che si trova in una serie di store, fisici o virtuali:

  • nei negozi che trattano articoli per capelli;
  • negli ipermercati e in alcuni supermercati;
  • nei negozi di articoli tecnologici ed elettronica, nel reparto piccoli elettrodomestici;
  • dai parrucchieri;
  • online.

I negozi virtuali stanno diventando sempre più importanti nel reperimento di questi strumenti. Perché? Perché le piastre per capelli non possono essere “provate” come un vestito o un paio di scarpe e online c’è sicuramente più scelta rispetto a tanti store che espongono spesso solo una selezione limitata di modelli. Chi vuole mettere a confronto diversi modelli, dopo aver letto recensioni ponderate e basate su criteri scientifici, può fare la sua scelta finale su Amazon.

Piattaforma famosissima e usata da tutti, intuitiva, veloce, semplice, ricca di tanti prodotti vari, offre una grande scelta anche nel mondo delle piastre. Da quelle economiche a quelle più costose, dalla ceramica al titanio, dai design più classici a quelli su moderni: Amazon è sicuramente il portale con un’offerta più ampia e diversificata, da adattare alle proprie esigenze.

Piastre per capelli Amazon

Piattaforma famosissima e usata da tutti, intuitiva, veloce, semplice, ricca di tanti prodotti vari, offre una grande scelta anche nel mondo delle piastre. Da quelle economiche a quelle più costose, dalla ceramica al titanio, dai design più classici a quelli su moderni: Amazon è sicuramente il portale con un’offerta più ampia e diversificata, da adattare alle proprie esigenze.

Perché scegliere la propria piastra su Amazon?

  • I modelli sono innumerevoli;
  • Ogni piastra ha la sua scheda dettagliata e foto aggiornate;
  • C’è il sistema delle “domande e risposte” per risolvere alcuni quesiti direttamente o attraverso le domande poste da altri utenti;
  • Ci sono le recensioni, ricche e aggiornate;
  • La piattaforma ospita parecchi marchi, da quelli più economici a quelli più storici e costosi.

Piastrepercapelli.com seleziona le migliori piastre su Amazon fornendo al consumatore uno schema completo per portare a termine il proprio acquisto nel rispetto di tutte le proprie preferenze. Dal colore al modello, dalla potenza alla tecnologia, Amazon viene incontro a tutti.

Piastre per capelli Black Friday 2021

Il Black Friday è una gran giornata per fare shopping e in particolare per comprare una piastra. Questo venerdì, che tradizionamente in America cade prima del Ringraziamento ed è l’ultimo (o penultimo) di novembre offre affari d’oro in vista anche dei regali di Natale. Insieme al Cyber Monday, il lunedì successivo dedicato alle offerte nel mondo tecnologico, il Black Friday rappresenta il momento migliore per trovare una bella offerta.

Piastrepercapelli.com segue le offerte più esclusive e da non perdere nel giorno perfetto per fare spese. Trova gli sconti più golosi e garantisce sempre un’analisi comparata degli apparecchi in vendita per effettuare sempre la propria scelta a seconda dei parametri desiderati e già elencati: lusso, comodità, tecnologia avanzata, rispetto massimo della fibra capillare, materiale, durevolezza, ecc. . Non mancheranno approfondimenti, recensioni, suggerimenti: perfette guide d’acquisto per fare la scelta giusta anche nel giorno delle spese pazze.

Piastre per capelli offerte 2021

L’offerta che permette di trovare la miglior sintesi qualità/prezzo è qualcosa che fa gola a tutti. Non basta spendere poco, non basta avere la piastra migliore: c’è chi non si accontenta e vuole spendere poco per avere un prodotto d’eccellenza. Piastrepercapelli.com è al fianco del consumatore per aiutarlo a orientarsi nel mondo delle offerte. Cosa significa “offerta”? E quando è una “fregatura”? Meglio dotarsi di tutti gli strumenti per trovare le migliori piastre ai prezzi più convenienti, diffidando delle imitazioni (non tutti lo sanno, ma i brand più prestigiosi sono anche i più copiati) e scovando l’apparecchio più adatto alle proprie caratteristiche portando a casa anche un notevole risparmio.

Da una piastra, in un certo senso, dipende la nostra salute. Non specificamente di un organo come cuore o polmoni ma dei capelli, che fanno sempre parte di noi. I capelli sani sono lo specchio di un corpo sano, di un benessere psicofisico, esteriore e interiore. Ecco perché all’imperativo (per qualcuno fin troppo categorico) dello spendere poco bisogna sempre anteporre la qualità.

È inutile spendere poche decine di euro sperando di aver acquistato una piastra al 90% di sconto quando questa rovinerà i capelli e richiederà trattamenti molto più costosi. Piastrepercapelli.com aiuta a distinguere i prodotti buoni da quelli molto meno buoni, illuminando la via verso la ricerca della propria piastra ideale.

Piastre per capelli tipologie

Spesso si parla genericamente di “piastra” o “piastre” ma ce ne sono di diversi tipi, da calibrare sulle proprie preferenze. Quali sono le principali tipologie di piastre? E quali sono le loro funzioni? Le piastre nascono come “costola beauty” del ferro da stiro per stirare i capelli mossi, crespi o ricci. Negli ultimi decenni però si sono molto evolute nelle tecnologie ma anche nelle funzioni. Ci sono ad esempio le piastre multifunzione che lisciano, arricciano, creano boccoli e fanno la messa in piega come dal parrucchiere. Ecco i tipi più comuni:

  • Piastre per capelli a vapore

Le piastre a vapore utilizzano temperature più basse delle piastre convenzionali. Qualcuno le avrà viste qualche volta dal parrucchiere. In modo molto più innocuo di tante altre “colleghe”, queste piastre sfruttano l’azione dell’umidità sprigionata dal vapore per idratare i capelli durante l’operazione di lisciatura. Le piastre con il calore lisciano, mentre il vapore idrata e nutre, combattendo il crespo. Alcune di queste hanno un serbatoio interno, che cattura, immagazzina e rilascia il vapore. In altre questo è esterno. Combattono il crespo e non rovinano il capello, ma necessitano di un po’ di pratica.

  • Piastre per capelli in ceramica

Le piastre in ceramica sono molto gettonate. La ceramica è un materiale che permette al calore di distribuirsi uniformemente, disperdendosi senza concentrarsi in un unico punto. Poi ci sono le versioni “più luxury” come quelle rivestite in tormalina, che si prendono cura dei capelli e li coccolano ancora di più. Scorrono anche facilmente sulle ciocche e quelle multifunzione, grazie alle lamelle dalla punta arrotondata, favoriscono lo styling anche di onde e boccoli.

  • Piastre con ioni e tormalina

Sono le tipologie più sofisticate (e più costose) che puntano non solo allo styling perfetto ma anche alla salvaguardia del capello, che non deve essere bruciato o cotto dall’azione del calore. La tormalina attutisce l’impatto delle alte temperature, così come la tecnologia degli ioni, già descritta, che combatte l’elettricità statica, il crespo e le tanto odiate derive dovute all’umidità. Le ultime piastre hanno studiato anche l’incontro perfetto tra lamelle e capelli, con una “scivolosità” impeccabile.

  • Piastre per capelli multifunzione

Sono piastre progettate per svolgere più di un servizio: generalmente lisciano e arricciano o utilizzando le stesse lamelle ma in modo diverso o predisponendo un cambio. Quelle di ultima generazione sono facili da usare e grazie ai bordi arrotondati e rivestiti di materiale isolante limitano notevolmente il pericolo di scottature. Sono molto maneggevoli e facili da utilizzare nel creare piccoli boccoli a cavatappo o onde da spiaggia. Ad esempio, si possono avvolgere direttamente le ciocche intorno alla piastra per trovarsi, con un po’ di pazienza, una testa di riccioli a fusillo o onde morbide.

  • Piastre per capelli a onde

Le piastre a onde sono le preferite di chi ha i capelli lisci e si diverte a movimentarli un po’. All’inizio, quando ancora non era decollato questo mercato, esistevano solo i semplici ferri arricciacapelli in grado di creare boccoli. Ora queste piastre permettono di creare onde del diametro preferito grazie alla struttura della lamella, realizzata proprio a forma di onda, con riportata la dimensione che si andrà a creare (in media sono 3 centimetri).

Si possono forgiare ondine strette e fitte, come una sorta di frisé, o – intercettando i trend hair 2021 e delle stagioni passate – incontrare il sogno dei capelli bagnati dal sole e formare le classiche amatissime beachwaves, le onde da spiaggia. Il tipo di onda desiderata si associa a diverse tecniche, e all’uso di prodotti come spray all’acqua salina o gel che aiutano a definire i ricci, se li si desiderano più o meno accentuati. Il trend che va per la maggiore è quello dei capelli sciolti mossi e naturali come dopo un bagno in acqua salata.

  • Piastre per capelli ricci

Si tratta dei vecchi ferri arricciacapelli evoluti in nuove forme. Per ottenere i boccoli che qualcuno chiama “da Prima Comunione” ma possono costituire anche un’acconciatura per un evento particolare, occorre un ferro lungo e sottile, che diventa bollente con la corrente elettrica e attorno al quale si possono far girare le mini-ciocche di capelli. Più ampio sarà il diametro, più grande sarà il riccio. A seconda delle proprie preferenze. Questi ferri sono semplici e anche molto performanti – anche quelli economici – ma attenzione a non eccedere con l’uso.

Un’occasione particolare è un conto, mentre sottoporre i capelli allo stress di quella temperatura ogni giorno potrebbe danneggiarli. Ovviamente dipende sempre da quale materiale costituisce il ferro: può essere ceramica o ceramica con tormalina e questi, ad esempio, non mettono in grave pericolo la fibra capillare.

  • Piastre per capelli frisé

Il frisé andava molto di moda negli anni ’90 (c’era persino la Barbie a tema) ma ogni tanto viene voglia a tutte di avere quella chioma come se fosse stata tuffata nell’acqua frizzante. Esistono piastre che svolgono proprio questa funzione, basta chiudere le ciocche all’interno delle due lamelle che presentano un disegno metallico a zig-zag per dare l’effetto esatto del frisé alla propria chioma. Un’idea ottima per una festa, uno shooting, un’occasione speciale, per conquistare il massimo del volume e far spiccare letteralmente il volo alla propria capigliatura.

Confronto piastre per capelli: 📑Tabella comparativa delle migliori

Ognuno ha la propria piastra del cuore, e questo è sacrosanto. Ma se di dovesse fare una comparazione per suggerire i modelli top, da considerare in base alle proprie preferenze, questo sarebbe lo specchietto da considerare.

FotoMarcaModelloTecnologiaAccessori
DysonDyson CorraleLamelle flessibili, controllo del calore, batteria a 4 ioniTravel bag, stand di ricarica, filo magnetico di ricarica
GHDGHD GoldDual-Zone CeramicCoprilamelle
BabylissBaByliss RoseGoldAdvanced Ceramics TMTappetino termo-resistente
BraunBraun Satin Hair 7SensoCareGuida allo styling
L’Oréal ProfessionnelL’Oréal Professionnel SteampodTecnologia brevettata a vaporePettine
ImetecBellissima Intellisense B24 100IntellisenseN.d.
PhilipsPhilips EssentialCare in Ceramica con CheratinaEssentialCareN.d.
RemingtonRemington PROluxe S9100Remington OPTIheat TechnologyCustodia resistente al calore
RowentaRowenta Ultimate Experience SF8210Controllo TermicoCoprilamelle
CoriolissCorioliss C1 InfraredInfraredN.d.
SeverinSeverin Piastra in ceramica violaCeramica per distribuzione caloreN.d.
🥇Migliori 11 piastre per capelli a confronto: scegli la migliore adatta ai tuoi bisogni

Dyson Corrale

Piastra rivoluzionaria, per niente economica, che cambia il concetto e la metodologia di lisciatura dei capelli. Nera e fucsia o nera e viola, permette ogni tipo di styling con la metà dei danni. Rivoluzionari sono i materiali per le lamelle, in lega di rame e manganese, rivoluzionaria è la modalità senza filo, che garantisce un’autonomia di 30 minuti lontano dalla presa di corrente.

Dyson - DYS-5046289 - Piastra per capelli Corrale, colore: fucsia
133 Recensioni

Lo schermo OLED mostra costantemente il livello di batteria e la temperatura, la possibilità della modalità aereo, l’autospegnimento sono le funzioni di questo apparecchio. La tecnologia si basa sulle lamelle flessibili, sul controllo intelligente del calore e sulla batteria a 4 ioni. Una piastra davvero a cinque stelle.

GHD Gold

Una piastra di ultima generazione che utilizza la nuova dual-zone technology, con due sensori termici al posto di uno, per controllare la temperatura e salvaguardare i capelli. La temperatura si attesta sui 185 gradi, con lamelle lisce e basculanti e una funzione sleep-mode automatica.

Offerta
ghd Gold Piastra per Capelli Professionale e Innovativa con Dual-Zone Ceramic Technology, Cavo Professionale di 2.7 m, Nero
17.813 Recensioni
ghd Gold Piastra per Capelli Professionale e Innovativa con Dual-Zone Ceramic Technology, Cavo Professionale di 2.7 m, Nero
  • Dual-zone technology: due sensori termici al posto di uno; controllo della...
  • Temperatura ottimale di styling di 185°C: una temperatura più alta danneggerebbe il...
  • Lamelle lisce, sagomate e basculanti: scivolano attraverso i capelli per uno styling...
  • Funzione sleep mode automatica: spegnimento della styler dopo 30 minuti di non...

Il cavo è lungo 2,7 metri e la piastra raggiunge la sua temperatura in soli 25 secondi. Lo styling è chirurgico: preciso, veloce, e soprattutto non intacca la lucentezza dei capelli. Nella confezione, oltre alla styler, è incluso il coprilamelle.

BaByliss Rosegold – Piastra lisciante in tormalina

Color rosa baby, con una temperatura fino a 235 gradi (su 4 temperature selezionabili in tutto, che partono da 140 gradi) sottile e ad alte performance. Utilizza il sistema di riscaldamento brevettato Advanced Ceramics ™ che controlla la distribuzione del calore e lo mantiene omogeneo.

Offerta
Babyliss ST481E - Piastra Lisciante 5 Temperature, Nero/Oro rosa
178 Recensioni
Babyliss ST481E - Piastra Lisciante 5 Temperature, Nero/Oro rosa
  • Rivestimento piastre interne Diamond Ceramic - Dimensioni 28x120mm - Design per...
  • Riscaldamento ultra rapido in 15 secondi - 5 temperature da 150C a 230C - Piastre...
  • Rivestimento in metallo cromato - Punte isolanti in silicone amovibili - Pad termico...
  • Funzione Ionic - Schermo LED - Sistema di blocco piastre

In ceramica rivestita di tormalina, utilizza anche la funzione degli ioni negativi che annientano il crespo. Il cavo girevole misura 2,5 metri ed è presente l’opzione auto-spegnimento. Incluso il tappetino termo-resistente.

Braun Satin Hair 7 SensoCare

La “piastra intelligente” che quando sente i capelli “decide” la temperatura migliore da applicare. Sotto le lamelle nanoglide in ceramica sono presenti dei sensori che rilevano il capello e modulano la temperatura per un risultato top in termini di styling e di protezione.

Offerta
Braun Satin Hair 7 SensoCare ST780, Piastra per Capelli in Ceramica con Tecnologia a Sensori per Uno Styling Superiore
4.003 Recensioni
Braun Satin Hair 7 SensoCare ST780, Piastra per Capelli in Ceramica con Tecnologia a Sensori per Uno Styling Superiore
  • La prima e sola SensoCare al mondo
  • I sensori incorporati rilevano i capelli 20 volte al secondo e regolano la...
  • Display personalizzato con verifica del processo di styling per ottenere risultati...
  • Piastra indistruttibile, al 100% in ceramica

I sensori sono comandati da un processore che avverte la consistenza del capello e cambia la temperatura anche 20 volte al secondo. Presente anche un display che memorizza il programma adatto per il capello. I bordi sono arricciati, per chi vuole cimentarsi con le onde.

L’Oréal Professionnel Steampod – Piastra & Styling

Bianca ed elegante, rappresenta una piastra di nuova generazione che utilizza la tecnologia brevettata a vapore, tutelando i capelli e agevolando lo styling. Il cavo è rotante e le lamelle permettono di ridurre i danni del 78% e di scatenare la fantasia con le acconciature.

L’Oréal Professionnel Paris SteamPod 3.0 Piastra per Capelli Professionale a Vapore + Pouch Edizione Limitata, Piastra a Vapore 2 in 1 per Styling liscio e onde...
736 Recensioni
L’Oréal Professionnel Paris SteamPod 3.0 Piastra per Capelli Professionale a Vapore + Pouch Edizione Limitata, Piastra a Vapore 2 in 1 per Styling liscio e onde...
  • Ottima idea regalo per appassionati
  • Gamma affidabile
  • Prodotto che unisce tradizione ed innovazione
  • Prodotto di ottima qualità

La temperatura è modulabile ma la tecnologia permette di abbassarla di 50 gradi rispetto alla media, senza compromettere la qualità dello styling. Sottile e leggera, lavora fino a quasi 2 metri di capelli! L’idea è nata dalla collaborazione tra L’Oréal Professionnel e Rowenta. Il prendersi cura del capello grazie al vapore rende i capelli lucidi, morbidi e idratati. Contiene il pettine.

Bellissima Intellisense B24 100

Non solo bella, anche intelligente. Bellissima Intellisense B24 100 “agisce con la testa” sui capelli, garantendo il liscio con 60 gradi in meno rispetto alle solite piastre. Venendo a contatto con il capello, è la piastra stessa a selezionare la temperatura (che può essere impostata anche manualmente).

Offerta
Imetec Bellissima Intellisense B24 100 Piastra per Capelli Lisci e Mossi a 60° C in Meno con Tecnologia Intellistyle, Rivestimento in Ceramica, 5 Livelli di...
661 Recensioni
Imetec Bellissima Intellisense B24 100 Piastra per Capelli Lisci e Mossi a 60° C in Meno con Tecnologia Intellistyle, Rivestimento in Ceramica, 5 Livelli di...
  • Bellissima Intellisense liscia I tuoi capelli a 60 gradi in meno mettendoli al riparo...
  • Adatta a capelli medio lunghi e lunghi, con il design arrotondato della piastra si...
  • Dotata di tecnologia Intellistyle che ti permette di impostare il tuo tipo di...
  • Le piastre riscaldate sono rivestite dal Gloss&Shine Ceramic, materiale in ceramica...

Le splendide lamelle rosa sono incurvate per garantire anche altri tipi di styling oltre al classico dritto. Sono rivestite di Gloss&Shine Ceramic, un particolare materiale in ceramica che offre la distribuzione uniforme del calore sulla chioma. Grazie alla tecnologia Thermo Control, raggiunge la temperatura in soli 15 secondi. Il cavo è comodo e girevole.

Philips EssentialCare in Ceramica con Cheratina

La piastra è arricchita dalla cheratina, la proteina costitutiva dei capelli che va a nutrirli nel momento stesso dello styling. Ha due temperature, fino a 220 gradi. I capelli sono “in una botte di ferro” grazie alla tecnologia ThermoProtect, che previene il surriscaldamento e i conseguenti danni.

Philips BHS377/00 Piastra per Capelli EssentialCare in Ceramica con Cheratina, Temperatura da 160° a 230°
6 Recensioni
Philips BHS377/00 Piastra per Capelli EssentialCare in Ceramica con Cheratina, Temperatura da 160° a 230°
  • Tecnologia ThermoProtect che distribuisce uniformemente il calore lungo le piastre,...
  • Piastre in ceramica con cheratina
  • Piastre lunghe 28 x 100 mm
  • 10 impostazioni di temperatura: da 160° a 230°

Le lamelle color bubble gum sono lunghe 110 mm e scorrono facilmente e velocemente sulle ciocche, dando loro l’aspetto desiderato e conservandone la setosità. La piastra è pronta all’utilizzo in soli 60 secondi e ha il blocco automatico. Il cavo girevole misura 1,8 metri.

Remington PROluxe S9100

Capelli lussuosi, setosi e perfetti con la piastra Remington costituita dalle lamelle di ceramica, il cavo rotante e la base resistente al calore. Questa piastra si basa sulla tecnologia OPTIheat che oltre a mantenere i capelli sani fissa le acconciature per tutta la giornata e garantisce i capelli più lisci del 50% in una sola passata.

Offerta
Remington S9100 PROluxe, Piastra per capelli, 9 impostazioni fino a 230°C, Rivestimento in ceramica, Rosa
3.353 Recensioni
Remington S9100 PROluxe, Piastra per capelli, 9 impostazioni fino a 230°C, Rivestimento in ceramica, Rosa
  • Proluxe Hair Straightener -
  • Ultimate Glide Ceramic Coating
  • And Remington OPTIheat Technology

L’importante è far scorrere le ciocche lentamente attraverso le lamelle. Le piastre oscillanti sono lunghe 110 mm, è incluso il blocco e una custodia elegante, color avorio, resistente al calore.

Rowenta Ultimate Experience

Non si perde nulla, neanche un granello di cheratina, passando questa piastra di Rowenta, che è strutturata con un rivestimento di pietra minerale che si prende cura con delicatezza dei capelli, impedendo urti e strappi, oltre che con un’impugnatura ergonomica.

Offerta
Rowenta Ultimate Experience SF8210 Piastra Professionale, Temperatura Regolabile, Tecnologia Thermo Control, Riscaldamento 25 Secondi, 220-240V, Nero
181 Recensioni
Rowenta Ultimate Experience SF8210 Piastra Professionale, Temperatura Regolabile, Tecnologia Thermo Control, Riscaldamento 25 Secondi, 220-240V, Nero
  • Piastra professionale per lisciare, arricciare e creare onde definite
  • Tecnologia thermo control: controllo assoluto della temperatura per risultati...
  • Clinicamente testato per mantenere il 100% di cheratina
  • 5 impostazioni: temperatura regolabile da 120° a 200°

Contiene piastre flottanti 3D che aiutano a modellare il proprio styling preferito, e quindi lisciare o arricciare. La tecnologia di controllo termico permette di selezionare la temperatura e prendersi cura del capello senza bruciarlo e danneggiarlo.

Corioliss – C1 Infrared

Le piastre Corioliss sono super performanti, smart e veloci, come la C1 che agisce grazie a piatti in titanio super liscianti che fanno scivolare meglio le ciocche. Il calore a raggi infrarossi è dosato, equilibrato a seconda del tipo di fibra capillare, e non danneggia la chioma. La temperatura è regolabile, da 120 a 235 gradi.

Corioliss ha pensato anche all’ergonomia, grazie al manico dall’impugnatura soft e comoda e la base girevole a 360 gradi. La piastra, di un elegante color madreperla, è bella anche da vedere.

Severin HC0614 – Piastra in Ceramica Viola

Questa piastra viola del marchio tedesco Severin è subito pronta all’uso, a temperatura raggiunta, ha un rivestimento in ceramica e superficie extramorbide per lo scorrimento delle piastre. È una piastra piccola e compatta, di 90×25 mm, riponibile ovunque e portabile in viaggio. Pratica ed economica, presenta due temperature (fino a 180 gradi) e l’attacco girevole dell’alimentatore. Con il tasto di chiusura si può riporla, una volta raffreddata. Adatta come piastra portatile, per un viaggio o all’occorrenza, è comoda e versatile. La spia luminosa segnala il momento di utilizzo.

Severin HC0614 Piastra per Capelli in Ceramica, Viola
100 Recensioni
Severin HC0614 Piastra per Capelli in Ceramica, Viola
  • Immediatamente pronta all'uso
  • Rivestimento in ceramica per una perfetta distribuzione del calore
  • Superfici extramorbide per un perfetto scorrimento delle ciocche
  • Due regolazioni di temperatura, fino a 180°

Dalle temperature regolabili (e controllabili) ai materiali sempre più sofisticati e all’avanguardia. Le nuove piastre sono molto più che semplici piastre per capelli: sono smart, intelligenti, versatili, utili per lisciare ma anche ondulare o arricciare proteggendo sempre, il più possibile, la chioma dai danni del calore.

Alcune tecnologie puntano ad abbassare la temperatura, altre la combinano con sensori, ioni o particelle di materiali speciali che fanno da parete protettiva tra il calore e i capelli. Non resta che scegliere quella più adatta alle proprie esigenze e alla fascia di prezzo desiderata.

Piastre per capelli: recensioni migliori marche

Dove scegliere la propria piastra del cuore? Come orientarsi tra le varie offerte, i vari brand – italiani, tedeschi, americani e così via – e optare per quella che cambierà la propria vita, ma soprattutto quella dei propri capelli? Piastrepercapelli.com fornisce risposte su tutti i dubbi e aiuta a definire non solo il panorama delle piastre ma anche una mappa dei brand, della loro storia, delle loro caratteristiche. Da GHD, uno dei più noti, più consigliati dai parrucchieri e pubblicizzati dagli influencer, a BabyLiss fino a Rowenta o Braun. Ecco una sintesi dell’offerta che si può incontrare negli e-shop.

Dyson

Dyson è un marchio britannico rivoluzionario e i suoi prodotti sono pensati dall’estro ingegneristico di sir Dyson, che è partito dallo studio dei meccanismi delle aspirapolveri per cambiare completamente i sistemi di aspirazione e di pulizia della casa. Anche nel comparto haircare agisce sulla base delle stesse logiche: abbattere i sistemi tradizionali e pensare a qualcosa di nuovo.

La piastra Dyson Corrale è un prodotto innovativo e particolare, che lavora con materiali diversi dagli altri (rame e manganese, che garantiscono la flessibilità delle lamelle) e tecnologie oltre l’avanguardia, come l’assenza del filo e la batteria agli ioni di litio a 4 celle. Le caratteristiche di questa piastra garantiscono la metà dei danni da calore, uno styling rapido e veloce e soprattutto la constatazione di avere capelli come seta senza essere dotati della manualità di un parrucchiere.

Leggi anche: Recensioni migliori piastre per capelli Dyson

GHD

GHD è considerato il non plus ultra nel mondo dell’haircare e, più in particolare, delle piastre per capelli. GHD è l’acronimo di Good Hair Day e nasce a Leeds, in UK, nel 2001. È lo sponsor ufficiale di Victoria’s Secret e il marchio più sponsorizzato da influencer e star internazionali, come Chiara Ferragni o Victoria Beckham.

Le sue piastre sono particolarmente amate: mini, da viaggio, medium, maxi, per capelli spessi e afro, ognuna di loro viene incontro a speciali esigenze mentre i materiali di alta qualità includono la ceramica, che scorre agevolmente sulle ciocche senza danneggiarle. GHD comprende anche edizioni limitate dai design molto fashion: fucsia, leopardato, ecc. GHD nelle sue piastre offre sempre i coprilamelle inclusi.

Leggi anche: Recensioni migliori piastre per capelli GHD

BaByliss

BaByLiss è un brand francese nato nel 1961, quando i parrucchieri parigini René Lelièvre e Roger Lemoine inventarono il ferro arricciacapelli, che rese celebre il loro salone a Montmartre. BaByliss, il nome del loro salone, è diventato un brand che ora fa parte del gruppo Conair (è nato però con una doppia B, forse per strizzare l’occhio a Brigitte Bardot). Le piastre di BabyLiss non sono solo performanti e all’avanguardia, pensate con le ultime tecnologie, ma anche molto belle da vedere, con design sofisticati e colori molto girly, come il bianco e il rosa.

Le ultime tecnologie proposte al mercato sono orientate sulla necessità di lisciare il capello in breve tempo ma sempre tutelandolo da eventuali bruciature. L’approccio insiste sulla ricerca, diversifica (dalle piastre con lamelle maxi e piatte a quelle più piccole indicate per styling dettagliati) e cerca di lavorare generalmente sulle prestazioni di prodotti belli, d’appeal ma anche performanti.

Leggi anche: Recensioni migliori piastre per capelli BaByliss

Braun

Braun GmbH è un colosso tedesco dal 1967 nella produzione di elettrodomestici. Il comparto delle piastre rispecchia il rigore e l’avanguardia di tutto il marchio nel cercare piastre il più possibili “modellabili” sulle esigenze del consumatore. Questi apparecchi puntano generalmente sul rapporto qualità/prezzo incrociandoli con un design innovativo e funzionale e con la possibilità di performare senza aggredire e danneggiare i capelli.

Tra le ultime tecnologie dell’azienda tedesca l’applicazione SensoCare, una miriade di sensori “intelligenti” che decidono quanto calore propagare ai capelli nel momento del passaggio attraverso le lamelle senza bruciarli o rovinarli. Braun punta anche sui migliori materiali disponibili a un prezzo sicuramente accattivante, che lo colloca sul mercato in fascia media.

Leggi anche: Recensioni migliori piastre per capelli Braun

L’Oréal

L’Oréal è la prima azienda per fatturato nel mondo nel settore beauty e la divisione piastre si sta mostrando competitiva e calibrata sul cliente. Si è specializzata sulle piastre a vapore utilizzate dai parrucchieri (e “trasportabili” nel contesto di casa), puntando su una significativa riduzione del calore e, di conseguenza, dei danni sui capelli. Un design accattivante e funzionale, molto femminile e trendy, supporta le tecnologie.

Il modello Steam Pod è identificativo della società nel comparto piastre: mima le prestazioni delle piastre dei parrucchieri ma le rende utilizzabili anche a casa propria, con funzione 2 in 1 (styling liscio/classico ma anche piega ondulata). Steam Pod nasce per asciugare i capelli nutrendoli e idratandoli e soprattutto per ridurre i danni da “cottura del capello.

Leggi anche: Recensioni migliori piastre per capelli L’Oreal

Imetec

Bellissima, il nome, precede la sua fama e il brand che l’ha prodotta, Imetec. Imetec è un marchio italiano che fa capo a Tenacta Group S.p.A. Bellissima è diventato una sorta di “brand nel brand” e la sua gamma di piastre è ampia e ricca, adatta a tutte le preferenze. Bellissima crea piastre versatili (per capelli crespi, per onde, formato mini e travel size), punta tanto sulle tecnologie, come quella ionica o quella digitale con il display che tiene sotto controllo la temperatura, ma soprattutto sui materiali.

Imetec utilizza la tormalina, che previene i danni al capello grazie alla scorrevolezza sulle ciocche e grazie al sistema di dispersione uniforme del calore nei vari punti del capello. Si tratta sempre di buoni prodotti, con un apprezzabile rapporto qualità/prezzo che punta tanto sulle tecnologie e i materiali che rispettino il più possibile la fibra capillare.

Leggi anche: Recensioni migliori piastre per capelli Imetec

Philips

Piastre smart, all’avanguardia, in titanio e con tecnologie che includono gli ioni, le possibilità ThermoProtect e l’infusione di cheratina per raggiungere un doppio scopo: dare un prodotto sofisticato, che agevoli lo styling e ne riduca i tempi, e che non rovini il capello con l’innalzamento della temperatura. Le piastre Philips abbracciano anche un ampio range di prezzi per venire incontro a chi cerca un prodotto di fascia relativamente economica o medio-alta.

La cheratina nutre la fibra capillare senza demolirla e altre sottofunzioni prevedono una prevenzione delle doppie punte, dei capelli secchi o spezzati all’interno delle lamelle. Le piastre Philips soddisfano tutti i consumatori che sono alla ricerca di styling efficaci ma “con la cintura di sicurezza”, ovvero un’attenzione sul calore a contatto con la chioma.

Leggi anche: Recensioni migliori piastre per capelli Philips

Remington

La gamma di modelli di piastre Remington è piuttosto estesa, per venire incontro alle esigenze di tutti: chi cerca una piastra comoda e pratica, di disimpegno, chi vorrebbe una super piastra professionale, chi cerca onde e boccoli. Perfezionando la fattura dei materiali, come la ceramica, rende l’esperienza di styling alla portata di tutti, facile e veloce, e una coccola per il capello che sia alla portata di diverse tasche.

Tra i pregi di queste piastre, utilizzate molto anche in ambito professionale, c’è il Turbo Boost, che raggiunge facilmente la temperatura desiderata in pochissimi secondi. Remington fornisce anche dei video tutorial su YouTube per imparare tutti i segreti dello styling, soprattutto con quegli apparecchi che hanno le punte ricurve.

Leggi anche: Recensioni migliori piastre per capelli Remington

Rowenta

Tante piastre di tanti prezzi per tanti tipi di styling e diverse esigenze. In generale le tecnologie Rowenta promettono capelli due volte più lisci e piastre flottanti 3D che preservano la cheratina contenuta nel capello senza svuotarlo, seccarlo o danneggiarlo. La scorrevolezza di queste lamelle aiuta anche a evitare che si spezzino capelli o che si formino doppie punte.

Rowenta è un brand storico tedesco che nasce alla fine dell’800. Le sue piastre sono progettate per venire incontro ai desideri dei professionisti e di chi vuole acconciarsi i capelli da solo, con tecnologie che tengono sempre d’occhio la temperatura per evitare danni. Questi apparecchi tendono a “non appiattire” totalmente la piega ma dare anche un po’ di volume, proprio come se si uscisse dal parrucchiere con una chioma vaporosa.

Leggi anche: Recensioni migliori piastre per capelli Rowenta

Severin

SEVERIN Elektrogeräte GmbH nasce in Germania dopo la Seconda guerra mondiale e si occupa di piccoli apparecchi ed elettrodomestici, come tostapane, bistecchiere, griglie elettriche anche le piastre. Il design è funzionale e compatto, le funzioni smart. Non sono piastre di lusso ma molto comode da portare con sé e da riporre, anche per esempio nei viaggi o per uno styling d’emergenza. Sono rivestite in ceramica, per far incontrare il capello con un materiale che garantisca tutela e scorrevolezza.

Leggi anche: Recensioni migliori piastre per capelli Severin

Piastre per capelli opinioni esperti Hair Stylist e parrucchieri

Le informazioni delle case di elettrodomestici sono molto particolareggiate, le recensioni precise e spesso esplicite, i portali come Piastrepercapelli.com accorpano tutto quello che c’è da sapere su un apparecchio o un altro, ma non si può e non si deve mai sottovalutare l’importanza strategica delle valutazioni degli esperti. I parrucchieri e gli hairstylist sono i primi a occuparsi non solo del colore o del taglio ma anche della cura del capello, per cui sono gli opinion leader che possono dare una valutazione molto più completa sui prodotti.

Piastrepercapelli.com non tralascia mai le “certificazioni” di chi giudica una piastra con un titolo superiore alla gente comune per farlo, perché conosce la struttura capillare, conosce le tecnologie, conosce il mercato e sa quali sono i prodotti da preferire, che tutelano il capello ma rendono anche più facile lo styling. Aggiornamenti, informazioni e recensioni sono sempre nel mirino di questo portale, che punta a dare al consumatore un feedback non solo ricco e completo, ma anche autevole.

Piastre per capelli: 👍Migliori novità 2021/2022 & Trend di mercato

Un altro tema importante da considerare quando si progetta l’acquisto di una piastra per capelli è quanto quell’apparecchio sarà “nuovo” e per quanto tempo. Prima di esaminare caso a caso, bisogna porsi una domanda: il mercato hair galoppa o cammina lentamente? Né l’una né l’altra cosa. Una piastra non è obsoleta prima di alcuni anni, ma è anche vero che le tecnologie sono perennemente al lavoro per studiare la soluzione migliore per ridurre i tempi e massimizzare i risultati, salvaguardando il benessere.

Piastrepercapelli.com monitora l’evoluzione delle tecnologie, informa il consumatore e pilota su quegli apparecchi che sono maggiormente avvenieristici e all’avanguardia rispetto alla media del mercato e alle conquiste condivise da più brand, come la tecnologia a ioni negativi o l’utilizzo della cheratina o della tormalina. Non si tratta banalmente di mode ma di “conquiste” della storia e del progresso per rendere l’operazione dello styling sempre più facile e comoda.

Le novità del 2021-2022 puntano tantissimo su:

  • controllo serrato della temperatura;
  • tecnologie intelligenti, grazie ai sensori che adattano le caratteristiche della piastra al singolo tipo di capello;
  • utilizzo di materiali sempre più innocui come la tormalina, le pietre minerali, ecc;
  • un lavoro per ridurre il più possibile i tempi di riscaldamento;
  • l’autospegnimento e le funzioni automatiche di sicurezza sempre più “di default”;
  • la versatilità multifunzione, in modo da unire tante esigenze in un’unica piastra.

Considerazioni finali

Chi ha davvero i capelli crespi, difficili da lisciare, come chi scrive questa guida, può avere – purtroppo o per fortuna – una certa autorevolezza nello scriverla. Di piastre se ne provano parecchie ma è difficile trovare quella giusta e che rispetti i propri capelli, senza portarli a quello spiacevolissimo effetto opaco-bruciato.

Non è un ragionamento scontato, ma quando si parla di piastre si parla anche di salute e benessere. Risparmiare ha senso quando se ne fa un utilizzo occasionale o quando si hanno davvero capelli così robusti che non si spezzano mai (ma proprio mai!).

In generale chi ha capelli fini, bruciati, trattati, rovinati, deve per forza riservare un trattamento di lusso alla propria chioma: meglio sempre controllare tutte le caratteristiche “di protezione dal calore”, con la possibilità di regolare la temperatura e utilizzare gli strumenti come gli ioni negativi, la tormalina o altre pietre per effettuare il proprio styling senza danni.

I danni della piastra, come della decolorazione, possono essere un punto di non ritorno. Ecco perché è sempre necessario documentarsi su fonti autorevoli prima di effettuare un acquisto che è sempre un investimento a medio-lungo termine e riguarda così da vicino non solo la propria bellezza, ma anche la salute.

FAQ Piastre per capelli: domande e risposte frequenti

Come si sceglie la giusta piastra per capelli?

Per fare la scelta giusta bisogna approfondite e documentarsi: sono i propri capelli (mossi, lisci, crespi, sottili) a guidare la selezione delle piastre in base alla temperatura raggiungibile e alle tecnologie che proteggano la chioma da danni e bruciature. Le opinioni degli esperti e le recensioni aiutano a trovare l’apparecchio migliore.

La piastra rovina i capelli?

Lo stress da calore non fa bene ai capelli, ma le piastre di ultima generazione evitano e limitano al minimo i danni grazie ai sistemi di controllo calore, ai sensori intelligenti e ai materiali che fanno da pellicola e proteggono il capello.

La piastra dà un risultato come dal parrucchiere?

L’obiettivo di ogni piastra è quello, ma non sempre si raggiungono gli stessi risultati di una piega manuale eseguita da mano esperta. Bisogna scegliere la giusta piastra, innanzitutto, e poi bisogna fare pratica, tanta pratica.

A quale temperatura bisogna impostare la piastra?

Dipende dal tipo di capelli e dalla difficoltà di styling. Generalmente tra i 170 e i 235 gradi si possono avere ottime performance, ma più i capelli sono rovinati o sottili più è opportuno abbassare la temperatura, concedendosi più tempo e fatica per lo styling.

Con la piastra si possono creare le onde?

, ci sono piastre speciali per le beachwaves o i ricci, e addirittura il frisé. Ma la maggior parte delle piastre comune hanno lamelle arrotondate che consentono uno styling multifunzione.

La piastra può essere pericolosa?

La piastra è uno strumento che raggiunge una temperatura elevata, un po’ come il ferro da stiro, e richiede particolare cautela. Non è adatta ai bambini e bisogna maneggiarla con cura per non scottarsi. Come ogni elettrodomestico, va spenta e staccata dalla corrente al termine dell’uso: molti modelli hanno la funzione di spegnimento automatico, per chi si dimenticasse.

Si può usare la piastra tutti i giorni?

Meglio di no. La piastra è sempre uno stress per il capello e, anzi, sarebbe opportuno intervallare ogni tanto il suo utilizzo da qualche giorno o settimana con asciugature al naturale.